CESSIONE, A TITOLO GRATUITO, DI FERIE E RIPOSI AI COLLEGHI

//CESSIONE, A TITOLO GRATUITO, DI FERIE E RIPOSI AI COLLEGHI

CESSIONE, A TITOLO GRATUITO, DI FERIE E RIPOSI AI COLLEGHI

Come si ricorderà, l’art. 24 del D.lgs. 151/2015 ha previsto che i lavoratori possono cedere a titolo gratuito i riposi e le ferie da loro maturati ai lavoratori dipendenti dallo stesso datore di lavoro, al fine di consentire a questi ultimi di assistere i figli minori che per le particolari condizioni di salute necessitano di cure costanti, nella misura, alle condizioni e secondo le modalità stabilite dai contratti collettivi stipulati dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale applicabili al rapporto di lavoro.

A tal proposito, Unionmeccanica/Confapi con il verbale di intesa del 9 aprile 2018 ha disciplinato l’attivazione di una “banca ore solidale”, proprio come previsto dall’articolo 24 del D.lgs. 151/2015.

 

Tale banca delle ore solidali verrà alimentata dalle ferie aggiuntive e dai permessi retribuiti accantonati in conto ore dai dipendenti che abbiano volontariamente aderito.

I lavoratori cosi potranno cedere, a titolo gratuito, permessi e ferie aggiuntive, per le quali non sia ancora stata versata la contribuzione.

La banca ore solidale può essere attivata, oltre che per l’assistenza di figli minori bisognosi di cure costanti, anche per situazioni di grave necessità.

L’adesione alla banca ore è volontaria sia da parte dei beneficiari che dei donatori.
Le aziende però dovranno recepire le linee guide previste dall’accordo nazionale tramite apposito accordo o regolamento aziendale, che dovrà stabilire:

• le situazioni oggetto dell’istituto;
• le modalità di adesione;
• i tempi tecnici per l’avviamento dell’istituto;
• la gestione di eventuali residui non fruiti.

By |2018-05-23T17:15:27+00:00maggio 15th, 2018|Categories: Area Normativa|