Federmanager e Confindustria hanno firmato l’accordo per il rinnovo del contratto collettivo del 30 dicembre 2014 per i dirigenti del settore industria.

Il nuovo accordo collettivo decorre dal 1° gennaio 2019 e ha una durata di 5 anni, con scadenza 31 dicembre 2023.

Accumulo delle ferie per i dirigenti del settore industria: ecco le novità 

Tra le principali novità del contratto dei dirigenti del settore industria si segnala la nuova disciplina in materia di ferie.

Viene infatti previsto, a partire dal 1/1/2019, che il periodo di ferie eccedente le 4 settimane, non fruito per scelta del dirigente, in tutto o in parte entro i 24 mesi successivi al termine dell’anno di maturazione non potrà più essere utilizzato né sostituito da indennità per ferie non godute, qualora l’azienda abbia espressamente invitato il dirigente alla fruizione.

In assenza di invito verrà corrisposta, per il periodo di ferie non godute, un’indennità pari alla retribuzione spettante, da liquidarsi entro il 1° mese successivo al 24° mese.

Si ricorda che la maturazione è pari a 35 giorni annui, il periodo eccedente le 4 settimane corrisponde pertanto a 11 giorni.

In mancanza di eventuali accordi individuali tra le parti in merito, è possibile invitare formalmente il personale con qualifica di dirigente a fruire delle ferie non godute entro il termine di 24 mesi successivi al termine dell’anno di maturazione.